CSE

CSE Centro socio educativo

 

A chi si rivolge

 

Il servizio è rivolto a persone in età adulta: (da 18 a 65 anni) adolescenti in età post-scuola dell’obbligo, che presentino disabilità intellettiva di grado prevalentemente medio-grave, riconducibile a diverse patologie (sindrome di down, insufficienza mentale, deficit sensoriali plurimi, cerebropatie, ecc..).

Finalità e scopi del CSE

 

La Cooperativa Gruppo Amicizia ha come finalità la formazione socio-educativa di disabili, per svilupparne l’autonomia personale sociale e l’inclusione nella realtà in cui vivono. Ciò per favorire un progressivo utilizzo in autonomia delle proprie potenzialità e delle risorse del territorio e giungere a una graduale diminuzione della dipendenza dal servizio e dall’ambito familiare con l’assunzione di un ruolo proprio.

Il C.S.E. si pone i seguenti obiettivi generali:

  • favorire la realizzazione e l’espressione armonica della propria individualità
  • sviluppare l’autonomia personale e sociale
  • migliorare e favorire l’inclusione nel tessuto sociale
  • rendere possibile una graduale diminuzione della dipendenza dal servizio e dall’ambito familiare

Attività e metodologia

 

La realizzazione degli obiettivi generali avviene attraverso interventi che si basano su un Progetto Educativo, che prevede le linee generali di indirizzo di ogni attività del servizio.

Per il raggiungimento degli obiettivi previsti, sono state programmate le seguenti attività:

Attività dei Laboratori

Puntano alla formazione globale degli ospiti, allo sviluppo di autWP_20150528_002onomia personale e sociale e all’acquisizione di tecniche specifiche.

Sono previste le seguenti attività: decorazione di ceramiche, lavorazione della creta con la realizzazione di semplici manufatti, legatoria, cartotecnica, falegnameria

 

 

 

Attività culturale

È finalizzata e specifica per ogni ragazzo, secondo i rispettivi interessi e potenzialità, volta a consolidare alcune abilità di base e offrire l’opportunità di affrontare la realtà con spirito critico.

Prevede conversazioni, discussioni, consultazioni di libri e giornali, lavori pratici, manuali, uscite sul territorio, uso di schede, computer.

Attività di utilità quotidiana

Sono attività che aiutano i ragazzi nell’acquisizione di abilità che li rendano in grado di svolgere le azioni della quotidianità per condurre una vita il più possibile significativa all’interno della comunità familiare e sociale.

Sono previste uscite sul territorio, attività in cui vengano riproposte situazioni che si presentano nella vita quotidiana: preparazione di ambienti e tavoli, riordino, pulizia durante le attività di laboratorio e mensa, gestione di piccoli incarichi, affrontandoli e portandoli a termine con sequenzialità e correttezza.

Attività espressive

Favoriscono la creatività e lo sviluppo di autonomia personale e sociale, attraverso la proposta di attività che portano all’espressione di sé.teatro Vela Varese

Prevedono: educazione all’immagine, pittura di materiali diversi (ceramica, creta, vetro, stoffe, fogli, carta, materiale povero…), creazione di collane e altri monili, animazione musicale, teatrale e sociale, clownerie.

 

 

 

Attività motoria e nuoto

Sono momenti particolarmente significativi perché oltre all’aspetto motorio, offrono diverse opportunità educative e danno ai disabili la possibilità di conoscere, fruire ed integrarsi in servizi diversi, quali la palestra e la piscina.

Attività ricreative e del Tempo Libero

Si organizzano periodicamente mostre, feste, incontri e iniziative aperte a tutta la comunità; si partecipa a manifestazioni, spettacoli teatrali, esperienze sportive, momenti di aggregazione attuati da altre realtà del territorio.

I ragazzi partecipano a laboratori, attività e iniziative sul territorio secondo il calendario individualizzato e le opportunità offerte dal servizio e dal contesto sociale in un determinato periodo.

nasi rossi Bolladello di Cairate